UFFICIO NAZIONALE PER LE COMUNICAZIONI SOCIALI
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Compie 40 anni la tv diocesana che parla a tutti

La televisione della città toscana trasmette senza interruzioni dal gennaio 1978. Notiziari anche in lingua cinese, albanese, romena e urdu
6 febbraio 2018

«La tv che abita qui». È lo slogan coniato da Tv Prato per festeggiare il suo 40° anniversario. La televisione della città toscana infatti trasmette senza interruzioni dal gennaio 1978. Dal 2009 il direttore di Tv Prato è Gianni Rossi, che ricopre anche l'incarico di direttore dell' Ufficio per le comunicazioni sociali della diocesi di Prato ed è il coordinatore delle pagine pratesi del settimanale diocesano Toscana Oggi. L'emittente, oggi di proprietà della diocesi di Prato, è stata fondata da esponenti locali del Partito socialdemocratico italiano (Psdi) guidati da Luigi Nidito. Poi negli anni Novanta nella società editrice entra la diocesi per volere dell'allora vescovo Pietro Fiordelli.
Fedeltà alla notizia e ai suoi valori di riferimento rendono la Tv un elemento identitario per tutti i pratesi, di qualsiasi orientamento ed estrazione. E anche provenienza: 15 anni fa nacque il primo telegiornale in cinese, al quale si sono affiancati notiziari in albanese, romeno e urdu. « Tv Prato oggi è il più seguito mezzo di informazione dei pratesi - afferma Gianni Rossi -. Il tg delle 20,30 arriva a contare anche più di 80mila spettatori, un pratese su quattro».
Dopo Fiordelli si avvicendano altri due vescovi: Gastone Simoni e ora Franco Agostinelli. «Entrambi hanno accompagnato con convinzione il nostro cammino, soprattutto nei momenti più delicati, come il passaggio dall'analogico al digitale terrestre», aggiunge Rossi. Come riesce una tv di ispirazione cattolica a dialogare con tutti? «Non perseguiamo interessi di parte, politici o economici - afferma il direttore - il nostro sforzo quotidiano è quello di parlare a tutti, avvertendo la grande responsabilità di appartenere a tutti i pratesi».

Giacomo Cocchi
da Avvenire del 6 febbraio 2018, pag. 28