UFFICIO NAZIONALE PER LE COMUNICAZIONI SOCIALI
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Comunicare per educare, è il tempo della scelta

A Macerata una parrocchia insieme a un gruppo di associazioni «provoca» con un ciclo di incontri.
7 novembre 2017

Dodici anni è un'età ragguardevole per qualsiasi iniziativa culturale. Diventa meritevole di attenzione se alle spalle non ha realtà con risorse poderose, ma una semplice - anche se vivace - parrocchia maceratese e un gruppo di associazioni locali che si sono messe assieme per costituire una «Rete per l'educazione». I 'motori' sono don Gennaro De Filippi, un parroco determinato - anzi due, perché l'iniziativa era stata avviata dal suo predecessore, don Pierandrea Giochi - e Lorenzo Lattanzi, un insegnante col pallino dell'educazione e dei media, un'attenzione coltivata al punto da portare recentemente a compimento un dottorato di ricerca all'Università Cattolica con tesi su «Ripensare l'educazione nell'era digitale». A loro si deve il ciclo di incontri sul tema «ComunicAzionEducativa » che ha preso il via venerdì nella parrocchia Buon Pastore, quartiere Collevario di Macerata. Il 3 novembre è intervenuto Umberto Folena, firma di Avvenire, scrittore ed esperto di media, su «Angeli e demòni. Educare ed educarsi nell'attuale contesto comunicativo ». Folena ha guidato un' attenta platea nel viaggio tra media pullulanti di demoni, nelle sembianze di angeli, e di angeli messi a tacere perché 'buonisti'.
Gli incontri proseguiranno martedì 6 febbraio 2018 con l' ex magistrato Gherardo Colombo e venerdì 16 marzo con don Maurizio Patriciello, il parroco di Caivano (Napoli) ben noto ai lettori di Avvenire. Come da tradizione, l' iniziativa chiuderà nella domenica dedicata a Gesù Buon Pastore, festa della parrocchia, il 22 aprile. Tutti gli appuntamenti sono trasmessi in diretta streaming e restano disponibili nel canale YouTube della diocesi (già online l'incontro con Umberto Folena).

(Piero Chinellato)

da Avvenire del 7 novembre 2017, pag. 26