UFFICIO NAZIONALE PER LE COMUNICAZIONI SOCIALI
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Incontro tra la gente dando la parola alla speranza

Nove giorni di programma, due in più del consueto, per l’appuntamento numero 42 creato dalla parrocchia del Levante con la festa di Avvenire.
18 luglio 2017

«Comunicare la speranza»: come sempre, da quando prese il via nel 1975, la Festa di Avvenire a Lerici 'pensa in positivo'. E sviluppa l'edizione 2017 sul tema della speranza, decisivo in un tempo disorientato e incerto. La kermesse proposta dal quotidiano, dalla diocesi della Spezia-Sarzana-Brugnato e dalla parrocchia di Lerici prenderà il via giovedì 27 luglio per concludersi domenica 6 agosto, due giorni in più rispetto al consueto. Due, come le 'anteprime'. Il giorno d' apertura sarà dedicato a colui che della Festa ebbe l'idea e, per tanti anni, l'onere principale della gestione: don Franco Ricciardi, parroco a Lerici dal 1972 al 1993. Alla sua eccezionale figura le suore della Piccola Opera Regina Apostolorum, a lui molto legate, hanno dedicato un libro con la prefazione del cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova, che sarà presentato dalla superiora generale suor Paola Barenco, lericina e figlia spirituale di don Franco. La sera successiva la Festa si sposta sul lungomare di Lerici per uno spettacolo in dialetto lericino della locale «Compagnia delle briciole», cresciuta in questi anni proprio insieme all' evento estivo con Avvenire. Un modo per ricordare che la Festa è di tutti, in mezzo a tutti. Sabato 29 alle 18.30, nella chiesa di San Francesco inaugurazione ufficiale dell'edizione numero 42 con il vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti che celebrerà la Messa, presente il direttore di Avvenire Marco Tarquinio. Nella settimana seguente, sino alla serata finale del 6 agosto, sarà un crescendo di iniziative, molte delle quali all' aperto, di fronte allo straordinario scenario del Golfo dei Poeti. Il premio Angelo Narducci 2017 sarà consegnato la sera di mercoledì 2 dal vescovo Palletti, da Marco Tarquinio e dal direttore generale della società editrice di Avvenire Paolo Nusiner alla scrittrice e giornalista Susanna Tamaro. Tra gli ospiti della Festa l'arcivescovo di Spoleto-Norcia Renato Boccardo, che parlerà al clero diocesano e poi a turisti e locali dell'esperienza di una Chiesa in uscita come quella colpita dal terremoto. Durante la Festa interverranno anche giornalisti di Avvenire come Marco Girardo, Lucia Bellaspiga e Alessandro Zaccuri. Non mancheranno i consueti incontri gastronomici, a base di cibi e vini locali. La Festa più tradizionale tra quelle di Avvenire, dunque, cresce e si consolida a partire dall' idea originaria di don Franco: l' apostolato in mezzo alla gente legato al quotidiano cattolico, idea sempre più attuale e feconda.
(Egidio Banti)

da Avvenire del 18 luglio 2017, pag. 18