UFFICIO NAZIONALE PER LE COMUNICAZIONI SOCIALI
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Carpi

28 maggio 2018

6 giugno, la memoria del beato Focherini

Mercoledì 6 giugno ricorre la memoria del Beato Odoardo Focherini, giornalista, amministratore di Avvenire e autentico “testimone della carità”.

30 maggio 2017

Le celebrazioni in memoria del Beato Odoardo Focherini

A Carpi la Veglia di Pentecoste (3 giugno) e Memoria del Beato Odoardo Focherini (6 giugno) nel 110° anniversario della sua nascita.

14 marzo 2017

La rinascita in pagina

A cinque anni dal sisma che ha colpito la regione, i media diocesani si confermano strumenti di coesione.

1 marzo 2017

Ricordo visibile della Luce Invisibile

Sabato 11 marzo dalle 9 alle 13 presso l’Auditorium Loria a Carpi si terrà il convegno “Ora vedrete il Tempio completato… il ricordo visibile della Luce Invisibile”. Parteciperà anche don Maffeis.

23 gennaio 2017

Il vescovo di Zakho (Iraq) in dialogo con mons. Cavina

Una giornata di preghiera, approfondimento e dialogo per i giornalisti, per conoscere le attività e l’impegno che unisce la diocesi di Carpi con i cristiani perseguitati in Medio Oriente.

15 gennaio 2016

Messa e incontro con Mons. Cavina sabato 23

Il prossimo 24 gennaio ricorre la festa di San Francesco di Sales, Patrono dei Giornalisti. L'appuntamento è per sabato 23 gennaio alle ore 10 presso la Chiesa di San Bernardino da Siena (Via Trento Trieste – Carpi), dove il Vescovo celebrerà la S. Messa per i giornalisti e gli operatori della comunicazione.

26 gennaio 2015

Libertà chiama responsabilità

“Non ci può essere libertà se non si accompagna alla responsabilità”. Nel dibattito che si è tenuto a Carpi in occasione della festa del patrono dei giornalisti, sabato 24 gennaio, è stato unanime il consenso su questo principio fondamentale che deve regolare la vita pubblica. In realtà nei giorni immediatamente successivi alla strage di Parigi sull’onda dell’emotività pareva prevalere invece la rivendicazione di una libertà di espressione assoluta, incurante delle altrui sensibilità. Ospiti del vescovo di Carpi, monsignor Francesco Cavina, i giornalisti hanno celebrato la festa del loro patrono riflettendo sul tema della libertà di informazione come fondamento della democrazia con l’aiuto di autorevoli relatori: i parlamentari carpigiani Manuela Ghizzoni e Edoardo Patriarca insieme a Francesco Zanotti, presidente della Federazione Italiana Settimanali Cattolici (Fisc). 

20 gennaio 2015

Libertà d'informazione e democrazia

Sabato 24 gennaio, in occasione della festa di San Francesco di Sales patrono dei giornalisti, si terrà a Carpi l’incontro Libertà di informazione: fondamento della democrazia promosso dall’Ufficio diocesano per le Comunicazioni Sociali e rivolto a tutti gli operatori della comunicazione attivi nelle diverse testate giornalistiche e negli uffici stampa.

11 dicembre 2014

La Radio e il Filo Spinato

La Radio e il Filo Spinato, spettacolo vincitore della rassegna “I Teatri del Sacro”, va in scena lunedì 15 dicembre (ore 21.00) all’Auditorium San Rocco di Carpi, nell’ambito delle iniziative per ricordare il 70° anniversario della morte di un carpigiano illustre il Beato Odoardo Focherini, avvenuta il 27 dicembre 1944 in un campo di concentramento nazista e riconosciuto martire per la fede. Questa proposta culturale viene proposta grazie alla collaborazione tra San Rocco Arte e Cultura, Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e la Diocesi di Carpi, attraverso il Gruppo di lavoro permanente, istituito per dare continuità all’opera di informazione e conoscenza sulla figura di Odoardo Focherini anche dopo la beatificazione avvenuta nel giugno del 2013.

29 aprile 2014

Da Pasqua, mons. Cavina è su Twitter

È stato l’annuncio della Resurrezione il primo tweet di monsignor Francesco Cavina. E non poteva essere altrimenti poiché il giorno, simbolico, del primo messaggio del Vescovo sul popolare social network era il giorno – o meglio, la notte – di Pasqua. Sollecitato da un gruppo di giovani, monsignor Francesco Cavina ha deciso di aprire il suo profilo twitter appoggiandosi all’Ufficio comunicazioni sociali della Diocesi e ad alcuni di questi ragazzi che gli hanno proposto di affiancarlo, aiutandolo a cimentarsi con questo nuovo strumento.