UFFICIO NAZIONALE PER LE COMUNICAZIONI SOCIALI
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Estate, tempo di proposte culturali

Diocesi, parrocchie e associazioni ecclesiali invitano a cogliere l’opportunità per riflettere, formarsi, incontrare.
11 luglio 2019

Ogni estate è un proliferare di proposte di tutti i generi, lanciate da pro loco e associazioni locali per rendere più appetibile la propria offerta turistica. C’è però anche un cartellone alternativo che sta lievitando di anno in anno: sono diocesi, parrocchie e associazioni ecclesiali che invitano a cogliere nel tempo dilatato della stagione estiva l’opportunità per interrogarsi, riflettere, formarsi, incontrare. È una proposta diversa da quella tradizionale della stagione, che utilizza strumenti e linguaggi non sempre di facile fruizione ma che – porgendo l’iniziativa nel modo giusto – possono aprire alla scoperta di un modo diverso di guardare la vita, senza fermarsi alla superficie. È con un simile intento che in queste settimane nascono o arrivano a maturazione progetti con una precisa identità ecclesiale che mostrano il volto di una Chiesa italiana aperta e creativa, impegnata a cercare un terreno d’incontro con la società e i suoi linguaggi, i giovani e la cultura del nostro tempo, le domande sull'uomo, ma anche la sua stessa presenza di comunità di fede. Esemplare il progetto delle diocesi sarde, che hanno scelto il tema del creato per lanciare un concorso di poesia e fotografia invitando a prendere coscienza della preziosa eredità affidata a un popolo che vi affonda le proprie radici ma che rischia di perderne la memoria. Tra mostre, corsi e borse di studio, ecco una rassegna di esperienze ecclesiali in corso.

In allegato la pagina del Portaparola di Avvenire (9 luglio 2019, pag. 17) che traccia un quadro con 5 di queste proposte