UFFICIO NAZIONALE PER LE COMUNICAZIONI SOCIALI
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Firenze per Natale si regala la trilogia completa del Card. Piovanelli

È stata completata con la pubblicazione degli ultimi due volumi, la trilogia dedicata agli scritti più significativi del Cardinale  Silvano Piovanelli durante il suo lungo episcopato a Firenze (1983-2001).
19 dicembre 2018

È una sorta di strenna natalizia della Chiesa fiorentina. È stata completata con la pubblicazione degli ultimi due volumi, la trilogia dedicata agli scritti più significativi del Cardinale Silvano Piovanelli durante il suo lungo episcopato  a Firenze,  iniziato l’8 maggio 1983 e terminato il 25 marzo 2001. Voluta dall’attuale Pastore, il card. Giuseppe  Betori, ed inserita nella collana dell’Archivio diocesano,  la raccolta “In Verbo tuo” offre tutta la dimensione pastorale  di  Piovanelli, il “cardinale parroco” che “è stato concretamente uomo del popolo fiorentino”.  “Un uomo di Dio, un uomo buono”, come lo definì Papa Francesco nel giorno della sua scomparsa, il 9  luglio 2016, ed ancora due anni prima quando il Pontefice lo invitò a concelebrare insieme a Santa Marta nel giorno del suo novantesimo compleanno. Un Vescovo “generoso e premuroso”, ma allo stesso tempo “don Silvano” è stato pure un grande comunicatore: a lui si deve tra l’altro la fondazione del settimanale “Toscana Oggi” con il quale proprio 35 anni fa realizzò un sogno del suo predecessore, il card. Giovanni Benelli.

Anche gli ultimi due volumi, come il primo editi da Pagnini, sono curati  da mons. Gilberto Aranci, archivista diocesano, da mons. Luigi Innocenti, che di Piovanelli è stato per lunghi anni fedele segretario, e da Renato e Riccardo Burigana. Il secondo volume presenta una vasta documentazione su quello che è stato, probabilmente, il principale atto del ministero episcopale di Piovanelli: il primo Sinodo della Diocesi di Firenze dopo il Concilio Vaticano II, il 34° nella storia diocesana, aperto il 21 maggio 1988. Colpisce per la sua attualità l’omelia proclamata dal Cardinale Piovanelli nella celebrazione eucaristica di chiusura del Sinodo, l’11 ottobre del 1992. Affermò allora l’Arcivescovo, nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore: «L’Angelo del Signore dice alla Chiesa di Firenze: esci sulla strada degli uomini, sali sul carro della storia, ascolta ciò che l’uomo legge e domanda, rispondi dicendo con la vita e le labbra la Parola che è Gesù Cristo». Parole che impressionano, se pensiamo all’invito di Papa Francesco alla «Chiesa in uscita». In quella occasione Piovanelli annunciava pubblicamente la nomina di mons. Gualtiero Bassetti (oggi  cardinale e presidente della Cei) come suo Vicario generale. Il terzo volume, invece, parte dal 1995 e si conclude con alcuni commoventi testi di congedo dalla Diocesi: l’omelia pronunciata nella Basilica della Santissima Annunziata, quando lasciò ai piedi della Madonna il suo anello cardinalizio, e poi il saluto al nuovo Arcivescovo, Ennio Antonelli all’inizio della Messa, il 20 maggio 2001, durante la quale gli avrebbe passato il bastone pastorale, simbolo della guida della Diocesi. Accompagnato da un omaggio di stampo lapiriano a Firenze, «una città gloriosa, ricca di una storia unica al mondo, splendente di una bellezza che è riflesso e anticipazione della bellezza della celeste Gerusalemme».

(Antonio Lovascio)

ALLEGATI