UFFICIO NAZIONALE PER LE COMUNICAZIONI SOCIALI
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

L’unità pastorale si fa strada anche in pagina

Ben più che un bollettino parrocchiale. C'è un vero e proprio giornale di comunità tra i primi 'segni' dell’Unità pastorale Cattedrale-Santissima Trinità di Crema...
16 aprile 2019

Ben più che un bollettino parrocchiale. C'è un vero e proprio giornale di comunità tra i primi 'segni' dell’Unità pastorale Cattedrale-Santissima Trinità di Crema, le due parrocchie del centro storico chiamate a tessere sinergie inedite. L'idea è del parroco moderatore (responsabile), don Remo Tedoldi, il parroco 'in solido' don Angelo Frassi l'ha seguito con entusiasmo. Ed ecco Camminare insieme, il 15 aprile nelle caselle postali di tutti parrocchiani. I due parroci ne avevano annunciato l'arrivo in tutte le Messe di domenica. Già nel pomeriggio del 15 aprile il telefonino dei due preti aveva ricevuto diversi messaggi di complimenti. Citano la Scrittura e annunciano «Una cosa nuova» nel loro editoriale, consapevoli che «il progetto di unità pastorale» proposto lo scorso ottobre dal vescovo Daniele Gianotti, «necessita anche di uno nuovo strumento di comunicazione». Il progetto nasce come supplemento del settimanale diocesano Il Nuovo Torrazzo, con una vignetta realizzata da don Giovanni Berti, in arte 'Gioba'. Lo sguardo principale è sulla vita ecclesiale delle due comunità: a governare i vari articoli sono le diverse iniziative pastorali, ognuna delle quali presenta cosa avviene nell'una e nell'altra parrocchia. Una sezione abbandona lo stretto confine ecclesiale e si apre all'intera comunità civile: «Dentro la città» in questo primo numero contiene un’inchiesta esclusiva su tutti i bar tabacchi con sale slot attivi nel territorio dell'Unità pastorale. Ci sono anche le parole che il direttore di Avvenire firma sul primo numero del nuovo giornale: «Sentiamo che c'è qualcosa che lega la nostra storia cinquantennale con il percorso che inizia ora a Crema – scrive Marco Tarquinio –. Ci piace moltissimo che si sia pensato a un giornale», «uno degli innumerevoli modi che la Chiesa conosce e frequenta per essere fedele alla gente».