UFFICIO NAZIONALE PER LE COMUNICAZIONI SOCIALI
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Per San Francesco di Sales, scrittori allo specchio

Il 26 gennaio alla Biblioteca delle Oblate il primo di una serie di quattro convegni.
10 gennaio 2019

Un Progetto culturale imperniato sulle quattro stagioni letterarie (narrativa, poesia, teatro e saggistica) e su quelle della vita. Quattro convegni già programmati per il 2019 dall’Arcidiocesi di Firenze, con la collaborazione della FUCI e dell’UCIIM: uno per stagione, affrontando problematiche religiose e sociali forti e riflettere sui temi della contemplazione e della bellezza.

Si parte alla Biblioteca delle Oblate sabato 26 gennaio dalle 10.30 alle 17 – in uno dei giorni dedicati alla Festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti e narratori - con “Le quattro stagioni letterarie: lo scrittore allo specchio”, che idealmente continua i cinque convegni patrocinati dalla CEI svoltisi negli ultimi anni Firenze su varie tematiche di carattere religioso e letterario.
Dopo i saluti del Cardinale Giuseppe Betori, dell’assessore alle Biblioteche e Confessioni religiose Massimo Fratini e l’introduzione del coordinatore del Progetto don Vincenzo Arnone – ci sarà la prolusione dell’Arcivescovo portoghese Mons. José Tolentino Calaça de Mendonça, Direttore della Biblioteca Apostolica Vaticana, di cui è nota l'opera teologica, poetica, saggistica prima presso L'Università Cattolica di Lisbona e adesso a Roma. Nella scorsa Quaresima ha predicato gli Esercizi Spirituali a Papa Francesco, ai Cardinali e Vescovi del Curia Romana.

Quindi il convegno si concentrerà su tre romanzi e tre scrittori che in modo diverso, partendo dalla loro personale esperienza, hanno costruito un viaggio poetico all'interno delle domande radicali dell'uomo: Laura Bosio con il libro Annunciazione, Davide Rondoni con il suo Gesù, un racconto sempre nuovo - e Giuseppe Lupo con Gli anni del nostro incanto.

Ognuno di loro esporrà l'origine e le motivazioni di queste tre opere; mentre autorevoli docenti universitari - Sergio Givone, Marino Biondi e Giovanni Cipriani - ne parleranno su un piano più strettamente strutturale e critico. Nel corso della giornata orchestrali del Maggio Musicale Fiorentino eseguiranno alcuni brani delle “Quattro stagioni” di Vivaldi.
(Antonio Lovascio)