UFFICIO NAZIONALE PER LE COMUNICAZIONI SOCIALI
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Venezia77: al film “Quo vadis, Aida?” il Premio Signis

Menzione speciale assegnata dalla giuria a “Nomadland” con Frances McDormand.
12 Settembre 2020

A un giorno dalla consegna del Leone d’oro alla 77ª Mostra del Cinema della Biennale di Venezia arrivano i primi verdetti, a cominciare dal premio cattolico internazionale SIGNIS. E a vincere il premio SIGNIS è il film “Quo vadis, Aida?” diretto dalla bosniaca Jasmila Žbanić.

La giuria internazionale SIGNIS – composta da Eliana Ariola (Italia), Karel Deburchgrave (Belgium, Presidente), Guillaume Goubert (France), Massimo Giraldi (Italia) and Sergio Perugini (Italia, Segretario) – ha deciso di conferire il riconoscimento, uno dei più antichi al Lido dal 1948, con la seguente motivazione: “Il massacro di Srebrenica del luglio del 1995 è un avvenimento tragico ben noto, trattandosi del primo genocidio su suolo europeo dalla Shoah. Nessun documentario, a ben vedere, riesce a infondere quel livello di terrore che la regista bosniaca Jasmila Žbanić rende con il suo capolavoro ‘Quo vadis, Aida?’. La disumanità e l’orrore rivivono negli occhi di un’insegnante di inglese, Aida, che lavora come interprete per le Nazioni Unite; una madre di due figli che cerca disperatamente con ogni mezzo di salvare la sua famiglia e i suoi concittadini. Le parole dell’apostolo Pietro, ‘Quo vadis’, riecheggiano nel sorprendente finale marcato dalla speranza, dove la protagonista Aida ritrova il suo lavoro come insegnante e rifiuta di abbandonarsi all'odio”.

In aggiunta, la giuria SIGNIS ha voluto assegnare una menzione speciale al film “Nomadland” della regista Chloé Zhao, passato in concorso venerdì 11 settembre, con la seguente motivazione: il film “ci racconta dei tanti adulti e anziani, segnati da lavoro precario e occasionale, che percorrono il territorio statunitense con i loro camper in cerca di nuova occupazione. Un’umanità che richiama i vecchi pionieri americani, che non dice mai addio ma semplicemente ‘ci rivediamo lungo la strada’. Attraverso il personaggio di Fern, meravigliosamente interpretato da Frances McDormand, riusciamo a cogliere la dignità e la solidarietà che si respira tra questi nomadi della società post-industriale. Questo road movie di Chloé Zhao, dalla fotografia così suggestiva, si rivela un potente inno alla vita”.

La consegna dei riconoscimenti è in calendario per sabato 12 settembre alle ore 11, presso lo Spazio della Fondazione Ente dello Spettacolo, dell’Hotel Excelsior, nell’ambito della cerimonia dei premi collaterali a Venezia77.