UFFICIO NAZIONALE PER LE COMUNICAZIONI SOCIALI
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Costruire muri o realizzare ponti?

Torna ad Asti l'annuale appuntamento con il “Cortile dei Dubbiosi” aperto all'intera città. Giunto quest'anno alla quinta edizione è un invito al dialogo da parte del Progetto Culturale della Diocesi.
12 maggio 2017

Torna ad Asti l'annuale appuntamento con il “Cortile dei Dubbiosi” aperto all'intera città. Giunto quest'anno alla quinta edizione è un invito al dialogo da parte del Progetto Culturale della Diocesi e fruisce della la preziosa collaborazione di alcune scuole secondarie di secondo grado, del Cif, Centro Italiano Femminile, e del Consultorio Francesca Baggio. L'appuntamento è per venerdì 19 maggio alle 17, al Cpia (piazza Leonardo da Vinci, 22).
"L’ambiente evocato dal 'cortile' - spiegano gli organizzatori - fa riferimento esplicito a uno spazio comunitario di ritrovo in cui viene spontanea la prossimità e dove è anche più facile ricostruire un clima di confidenza, per realizzare, anche simbolicamente, la necessaria convergenza tra il desiderio di manifestare dubbi e il bisogno di percepire una novità di pensiero che animi un futuro di bellezza".
Quest'anno il tema scelto è “Costruire muri o realizzare ponti”. Cosa rappresentano i muri e cosa sono i ponti? L'egoismo umano contrapposto alla volontà di dialogo; le barriere reali fatte di cemento o filo spinato per impedire l'accesso ai migranti, contro la necessità di accoglienza e integrazione che il nostro territorio vive. Muri fatti di individualismo e di assenza di confronto in un mondo in cui la globalizzazione impera e ponti frutto dell’esigenza di comunione, di condivisione e di scambio.
Protagonisti saranno gli studenti del Liceo classico Alfieri, dell’Istituto Gioberti, dell’Istituto Castigliano e del Centro Provinciale Istruzione Adulti. Interverranno il Vescovo, Monsignor Guido Ravinale e il Vice Prefetto Vicario Paolo Ponta.