UFFICIO NAZIONALE PER LE COMUNICAZIONI SOCIALI
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Comunicazione

14 Gennaio 2009

Etica e internet. Intervista al prof. Fabris

Etica e Internet, un binomio interessante da approfondire che sarà tra i temi che verranno toccati nel prossimo convegno “Chiesa in rete 2.0” promosso dall’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali e il Servizio informatico della CEI il 19 e 20 gennaio prossimo. Sul tema “Diocesi e web: presenza istituzionale ed etica della partecipazione” interverrà Adriano Fabris, docente di filosofia morale presso l’Università di Pisa, al quale abbiamo rivolto qualche domanda.

13 Gennaio 2009

Ucraina, nonostante le difficoltà cresce l'impegno per la comunicazione sociale

Anche l'Ucraina subisce sempre più il fascino dei media. Secondo una recente statistica, un bambino ucraino parla ogni giorno 21,5 minuti con la mamma, 7 minuti con il padre, mentre può vedere in televisione ogni settimana 15.000 scene di violenza. L'Ucraina è, dopo la Russia, la nazione più popolata tra quelle nate dal crollo dell'Unione Sovietica; il paese conta infatti 45.994.287 abitanti (2008). La religione prevalente è quella cristiana ortodossa (67%, che fa capo sia al patriarcato di Mosca, sia a quello di Kiev), seguita da quella cattolica (uniate).

13 Gennaio 2009

Venti anni. 13 gennaio 1989 – 13 gennaio 2009

Venti anni: è questa l'età del Sir, il Servizio informazione religiosa, nato, appunto, il 13 gennaio 1989. Un percorso, tutto sommato breve, dentro l'esperienza assai più antica dei settimanali cattolici locali e in quella della loro Federazione, la Fisc, che li riunisce da oltre quaranta anni.

12 Gennaio 2009

“Facebook: rischio di irresponsabilità”

“Su Facebook c’è anche una pagina falsa a mio nome, e l’ho scoperto soltanto grazie alla segnalazione di alcuni colleghi, che se ne sono accorti…”. Comincia con quella che potrebbe sembrare una battuta, e invece è realtà, la riflessione di Francesco Casetti, direttore del Dipartimento di Scienze della comunicazione e dello spettacolo dell’Università Cattolica, su Facebook, il social network più diffuso al mondo, con circa 4 milioni di iscritti.

12 Gennaio 2009

«I media cattolici, una rete viva»

Prove tecniche per un lavoro in rete. Questo l’obiettivo dell’incontro delle realtà comunicative dell’Emilia Romagna con don Domenico Pompili, direttore dell’Ufficio nazionale Cei per le comunicazioni sociali, che conclude oggi un’articolata visita conoscitiva nel «villaggio dei media» della Regione. Incontrando all’Istituto «Veritatis Splendor» i direttori degli uffici diocesani e delle testate giornalistiche ( una presenza vivacissima nel campo dei settimanali cattolici ma anche della radio e della televisione) don Pompili ha tracciato l’identikit della comunicazione che, ha detto, « deve essere caratterizzata dalla familiarità e dall’incontro e fondata sulla verità».

9 Gennaio 2009

Franco Mugerli presidente del Comitato media e minori

“Insieme a grandi potenzialità, la tv può avere ricadute negative nei confronti del pubblico e in particolare dei minori”. Lo dichiara oggi al Sir Franco Mugerli, giornalista e presidente del Copercom (Coordinamento delle associazioni per la comunicazione), nominato presidente del Comitato di applicazione del Codice di autoregolamentazione media e minori.

9 Gennaio 2009

Assegnato il Premio giornalistico “Giuliano Ragno” 2008 a Bernardo Cervellera

E’ Bernardo Cervellera, direttore di «AsiaNews», il vincitore del Premio giornalistico «Giuliano Ragno» 2008. Il premio, istituito nel 1999 su iniziativa di «Avvenire» e dei familiari dello scomparso vicedirettore Giuliano Ragno, viene attribuito ogni anno ad un giornalista che si sia distinto per uno o più articoli dedicati alle vicende internazionali.

7 Gennaio 2009

L'amicizia vera può vivere online?

“Milioni di persone sono state contagiate da Facebook, ma stiamo attenti ad alcuni aspetti….”. Così un lettore di Avvenire apre una lettera inviata al direttore del quotidiano dei cattolici e pubblicata dal giornale milanese il 7 gennaio 2009.

7 Gennaio 2009

Comunicazione e media: Rapporto Censis 2008

“La televisione tradizionale generalista può dirsi ancora una solida realtà in Italia, dove è seguita abitualmente (frequenza settimanale di almeno tre volte) dall’85,6% dei cittadini, e in Francia, dove l’utenza si attesta al 91% (in Gran Bretagna scende al 79,3% e in Germania al 49,7%)” Emerge dall’ultimo Rapporto Censis 2008 (www.censis.it) nel capitolo riguardante la Comunicazione e i media.

7 Gennaio 2009

Questione antropologica e nuove tecnologie

“Questione antropologica e nuove tecnologie” è il titolo della relazione che il professore Giuseppe Mazza, docente di Teologia fondamentale e comunicazioni sociali della Pontificia università gregoriana, terrà al prossimo convegno “Chiesa in rete 2.0” promosso dall’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali e dal Servizio informatico della CEI il 19 e 20 gennaio prossimo.